Benvenuti nella Communitas della Biodiversità

Venerdì 10 maggio p.v., dalle ore 10:30, in occasione della conclusione del Progetto Mestieri Legali, si svolgerà il primo Trekking della Biodiversità nella neo-nata Communitas della Biodiversità di Rosarno.

La Communitas della Biodiversità, situata in località Carmine, alla confluenza dei fiumi Mesima e Metramo, sul terreno confiscato alla ‘ndrangheta affidato dal Comune di Rosarno al Consorzio Macramè, è frutto del progetto “Mestieri legali”, sostenuto da Fondazione con il Sud, che giunge a conclusione dopo tre anni di intenso lavoro.

Macramè e i partner del progetto – Città Metropolitana di Reggio Calabria, Comune di Rosarno, Dipartimento dArTe dell’Università Mediterranea, Legambiente, Arci, Associazione Omnia e le cooperative sociali Alba e Mani e Terra – hanno dato vita ad una comunità che associa alle attività puramente agricole, interventi di carattere educativo e ambientale i cui attori principali sono i migranti.

Il Trekking della Biodiversità vedrà coinvolti un gruppo di studenti dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente di Rosarno, guidati in un percorso didattico di educazione ambientale in un habitat eccezionale, tra qualità ecologica, legalità, dimensione produttiva, accoglienza e integrazione.

Visite didattiche, esperienze in natura, conoscenza della comunità, educazione e formazione sono alcune delle attività che si articoleranno dentro la Communitas, rivolte a studenti di ogni ordine e grado, viaggiatori e turisti consapevoli, ma anche famiglie e semplici cittadini. Senza dimenticare l’anima strettamente agricola e produttiva della Communitas; sul terreno, infatti, è stato piantumato un limoneto, alberi di melograno e, proprio poche settimane fa, 100 alberi di nocciole, piantati da 100 studenti dell’Istituto “Ettore Majorana” di San Lazzaro di Savena (Bologna).

Master di I° e II° Livello in “Esperto in politiche di valorizzazione e inclusione dell’area identitaria dello Stretto”

Apre il cantiere IMPRONTE A SUD_Welfare LAB

Alla presenza di Carlo Borgomeo – Presidente della Fondazione con il sud – lunedì 25 febbraio 2019, è stato aperto il cantiere per la ristrutturazione dell’immobile confiscato sulla centralissima via Possidonea ed affidato a Macramè, che porterà alla nascita del centro “Impronte al Sud – Welfare Lab”.

Un progetto ambizioso attorno al tema della “mutualità di prossimità” coordinato da Macramè e dalla città metropolitana di Reggio Calabria, in sinergia con diversi partner: l’Università per Stranieri di Reggio Calabria “Dante Alighieri”, il Dipartimento D.Ar.Te della facoltà di Architettura di Reggio Calabria, la Fondazione Ebbene, il Consorzio Idea Agenzia per il Lavoro, Banca Popolare ETICA, la Fondazione Cesare Pozzo, il Centro di Medicina Solidale ACE, il Comune di Reggio Calabria.

 

Impronte a sud – Welfare Lab è:

Camminare accanto, lasciare il segno, farlo insieme

Allestire e trasformare spazi in luoghi ad alta densità relazionale;

Promuovere la creazione di un “laboratorio sul welfare” a servizio delle comunità territoriali.

Animare un network sostenuto da soggetti istituzionali, enti del terzo settore, mondo profit, gruppi informali di cittadine e cittadini.

Contribuire attivamente all’arricchimento dell’offerta di servizi e attività sociali nel territorio in un’ottima di bottom up e co-progettazione.

Sperimentare nuove forme mutualistiche e servizi di welfare aziendale, in cui singoli individui, aggregandosi, ottengono una migliore protezione verso rischi e bisogni.

Co-generare nuove risposte, progettare e gestire in modo condiviso azioni di accompagnamento dei cittadini più vulnerabili, per trasformare la propria condizione di disagio in una presenza consapevole all’interno della comunità.

Firmato il protocollo con l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” per il Laboratorio di Ricerca e Studi

Welfare e inclusione, Cultura e sviluppo del territorio i temi al centro del protocollo di intesa sottoscritto oggi – 11 febbraio 2019 – a Reggio Calabria tra l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” e il Consorzio Macramé, che si concretizzerà con l’istituzione di un Laboratorio di Ricerca e Studi, uno spazio dove incrociare e condividere i saperi di ricercatori universitari e operatori del sociale.

Il Rettore prof. Salvatore Berlingò ed il Presidente Gianni Pensabene hanno inteso rafforzare, con la firma del protocollo, un rapporto fatto di collaborazioni e sinergie ormai consolidatosi nell’ultimo anno. Lavorare fianco a fianco su specifici ambiti di intervento del privato sociale, ad esempio povertà, disabilità, terza età, disagio, periferie, ma anche approfondire studi e ricerche sul campo in tema di valorizzazione del patrimonio storico – culturale della Città di Reggio Calabria.

L’attività di formazione e ricerca, missione principe dell’Università “Dante Alighieri” incontra la vocazione del Consorzio Macramè di sostenere e qualificare i sistemi di welfare territoriale. Un rapporto organico tra i due soggetti, finalizzato a migliorare la realizzazione dei rispettivi fini istituzionali, ma soprattutto a sviluppare e promuovere iniziative e attività di formazione, ricerca e innovazione sociale a “servizio” del territorio.

 

Si parte! Terzo Tempo a Condofuri – sabato 9 febbraio

Sabato 9 febbraio, a partire dalle 16.00, al Centro Giovanile “Rempicci” di Condofuri Marina, appuntamento per ragazzi e giovani del territorio alla giornata di apertura del percorso sportivo – educativo TERZO TEMPO, azione prevista all’interno delle attività del progetto RIZOMA – Azioni e interventi per il contrasto della povertà educativa nei territori dell’area grecanica calabrese, un’idea selezionata da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Terzo Tempo vuole essere principalmente un’attività di inclusione e aggregazione dei giovani attraverso lo sport, puntando a promuovere la pratica sportiva quale momento di cooperazione di gruppo, alternativa alla competizione tra singoli.

Con l’open day di sabato 2 febbraio si da il via ad un intenso calendario di iniziative che prevedono: Campionati e tornei studenteschi, animazione di villaggi dello sport itinerante nelle principali piazze dei comuni coinvolti.

Festa dell’Albero, nasce la Communitas della biodiversità sul terreno confiscato di Rosarno

Mercoledì 28 novembre p.v., dalle ore 9:30, in occasione della “Festa dell’Albero”, sarà celebrata l’inaugurazione della “Communitas della biodiversità” sul terreno confiscato sito a Rosarno in località Carmine.

Il terreno, situato alla confluenza dei fiumi Mesima e Metramo, è stato affidato proprio dal Comune di Rosarno al Consorzio Macramè. Grazie al progetto “Mestieri legali”, sostenuto da Fondazione con il Sud, Macramè e i partner del progetto – Città Metropolitana di Reggio Calabria, Comune di Rosarno, Dipartimento dArTe dell’Università Mediterranea, Legambiente, Arci, Associazione Omnia e le cooperative sociali Alba e Mani e Terra – hanno dato vita ad una comunità che associa alle attività puramente agricole, interventi di carattere educativo e ambientale i cui attori principali sono i migranti.

Clicca qui per raggiungere il terreno.

Dopo due anni di intensa preparazione finalmente il terreno prende forma grazie allo sforzo dei partner tra cui la cooperativa Alba che più di tutti ha pagato il prezzo di intervenire sui beni confiscati, subendo un grave furto del parco mezzi che, grazie al generoso sostegno di tanti, è stato faticosamente ricostituito.

Il programma prevede l’accoglienza di una delegazione di alunni delle scuole di Rosarno, che a partire dalle 9:30 ne saranno gli assoluti protagonisti.

Saranno loro a tagliare simbolicamente il nastro che inaugura il luogo ad una fruizione pubblica, saranno sempre loro a dare vita ad un agrumeto storico con un abaco delle varietà con la piantumazione di tutte le undici specie di agrumi esistenti in natura ed alcuni ibridi, gentilmente forniti dai Vivai Nailma e dalla cooperativa Mani e Terra. Saranno ancora loro i primi cittadini a poter godere della bellezza del posto ascoltando anche il racconto di com’erano i luoghi prima del progetto e come lo diventeranno nel corso del tempo secondo il masterplan concepito assieme all’Università Mediterranea di Reggio Calabria con il concorso di tutti i partner, in particolare di Legambiente.

Ed infine saranno sempre gli studenti ad ascoltare le testimonianze delle Istituzioni locali, della Magistratura, dell’Agenzia dei Beni Confiscati, dei partner del progetto, nel racconto didascalico che con parole semplici spiega il vissuto della nostra esperienza.

Scarica la brochure dell’evento.

L’anniversario di Fondazione Con il Sud sul terreno confiscato di Rosarno

La Fondazione Con il Sud, in occasione del suo dodicesimo compleanno, ha lanciato un importante evento – Con il Sud, prima e dopo. Cambiare con cura – che ha fatto tappa,  venerdì 12 ottobre, sul terreno confiscato di Rosarno affidato al Consorzio Macramè.

Grazie al progetto “Mestieri Legali”, Macramè sta lavorando per la realizzazione, su oltre 3 ettari di terreno confiscato alle mafie (cui si aggiungono altri 4 ettari attigui concessi dalla Città Metropolitana), di un Parco della biodiversità che sia opportunità di lavoro legale per i migranti che vivono sulla Piana di Gioia Tauro. Il progetto ha tra i partner, oltre al Comune di Rosarno e la Città Metropolitana di Reggio Calabria, anche il dipartimento di Architettura e Territorio dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Arci, Legambiente, Associazione Omnia e le cooperative sociali Alba e Mani e Terra, socie del Consorzio Macramè, che si occupano, in vari ambiti, di inserimento lavorativo. Grazie al coinvolgimento del dArTe dell’Università Mediterranea, questa estate, si è svolta la prima International Summer School proprio sul terreno, con la partecipazione attiva di studenti e professori sia dell’ateneo reggino sia dell’Università egiziana del Cairo. Gli studenti insieme a maestranze migranti e locali hanno potuto lavorare per la realizzazione di un padiglione effimero e hanno avviato la piantumazione di limoni e melograni. Il Parco, che sorge a ridosso del fiume Metramo e del suo incrocio con il fiume Mesima, ospiterà presto anche un impianto di lombricoltura.

L’evento di giorno 12, al quale hanno partecipato i rappresentanti di Fondazione con il Sud e il suo presidente Carlo Borgomeo, accompagnati da una delegazione di giornalisti italiani e stranieri, è stata occasione per mostrare i primi traguardi del progetto, come è possibile #cambiareconcura, restituire bellezza e dignità a un territorio, offrire opportunità di lavoro e di riscatto a chi si vede spesso privato dei propri diritti, in una terra come la Calabria, così complessa ma allo stesso tempo ricca di straordinarie potenzialità.

C’era una volta… leggi la storia di #mestierilegali

C’era una volta un terreno confiscato alla ‘ndrangheta…

Scarica la storia, scopri le prossime tappe.

Servizio Civile – convocazioni per la selezione dei volontari

Tutti i candidati per il progetto “ASSISTIAMO LE STORIE“, sono convocati per il colloquio di selezione MARTEDì 23 OTTOBRE alle ore 09.30 presso il Consorzio Macramè in Via Petrara 10A – 89124 Reggio Calabria.

Progetto
SCHEMA-SINTESI-PROGETTO Assistiamo le storie

La pubblicazione del calendario ha valore di notifica. I candidati sono tenuti a presentarsi nel giorno e nella sede indicati nel calendario, muniti di documento di riconoscimento e codice fiscale.
In particolare, in sede di colloquio, la mancata esibizione del documento di riconoscimento e la mancata consegna dell’informativa “privacy”, per coloro che non li abbiano allegati alla domanda, sono motivi di esclusione.
L’abstract dei criteri di selezione Legacoop sono pubblicati sul sito dell’ente, si invitano i candidati a prenderne visione.

Di seguito pubblichiamo il calendario dei colloqui di selezione relativi a tutti i progetti presentati nel territorio di competenza della Legacoop Regionale della CALABRIA attivati sul Bando di SC pubblicato in data 20/08/2018

Calendario Colloqui
Scheda Convocazione Colloqui Selezione Calabria

Lingue ed esperienze differenti a lavoro sul terreno confiscato di Rosarno.

Sabato 21 luglio 2018 alle ore 18:00 si terrà, sul terreno confiscato di Rosarno sito in c.da Carmine, l’inaugurazione del primo padiglione frutto del lavoro della 1aEdizione #PaesaggiSolidali #JointLandscape dell’International Summer School.

Il workshop, che giunge a conclusione dopo due settimane di lavori, ha proposto una sperimentazione sui BeniConfiscati alla criminalità organizzata nel comune di Rosarno, promossa dal Laboratorio di ricerca Landscape_inProgress del Dipartimento dArTe e il Consorzio Macramè con la Ain-Shams University del Cairo, nell’ambito delle attività del progetto Mestieri legali, con il sostegno di Fondazione con il Sud.

Per 14 giorni, studenti egiziani e studenti italiani con i propri docenti e tutor, insieme alle maestranze italiane e migranti di tre cooperative sociali del Consorzio Macramè (Mani e terra, Alba e casa di Miryam), hanno lavorato sul terreno confiscato per la creazione di un padiglione effimero denominato “Symphony of Silente”, primo tangibile segno verso la creazione di un Parco della Biodiversità.

Il programma di giorno 21 prevede, alle ore 18:00, l’apertura al pubblico del padiglione, alla presenza del Sindaco di Rosarno Giuseppe Idà, del Presidente del Consorzio Macramè, Gianni Pensabene, del Direttore generale dell’Università mediterranea di Reggio Calabria, Ottavio Amaro, del Coordinatore scientifico del Dipartimento di Architettura e territorio – dArTe, Marina Tornatora e di Ahmed Sami della Ain-Shams Univeristy del Cairo. Il taglio del nastro sarà simbolicamente affidato a tre giovani che hanno partecipato alle due settimane di workshop: un operaio migrante, uno studente egiziano e uno studente italiano. Agli studenti saranno consegnati gli attestati di partecipazione all’International Summer School. A seguire, a chiusura dell’evento, ci sarà un concerto di musica live della formazione “Maniera d’Autore”.